basso elettrico con Camillo Tavella

PARTE I

  • L’impostazione delle mani sul basso elettrico
  • Mano destra: suonare “a dita”. Alternare le due dita.
  • Mano sinistra: Lo studio delle diteggiature. Corretta impostazione della mano sinistra negli stili d’accompagnamento.
  • Studio delle note sulla tastiera del basso Obiettivo: riconoscere a prima vista ogni nota, e suonarla su ogni corda dello strumento.
  • Il solfeggio. Approfondimento e studio, a voce, della partitura con l’aiuto della suddivisione ritmica. Metodo Bona.

PARTE II

  • Teoria Intervalli tra note. Il riconoscimento “a orecchio” dell’intervallo tra due, tre e quattro note.
  • Sviluppo dell’attitudine all’ascolto dell’allievo.
  • La triade. La triade come concetto. Quali e quante note compongono la triade. La triade maggiore, minore, e diminuita.
  • L’accordo. Che cosa è un accordo. L’accordo maggiore e l’accordo di 7ma “dominante”. L’accordo minore. L’accordo semidiminuito. Su quali gradi e su quali scale questi accordi si sviluppano.
  • I modi delle scale. I modi della scala diatonica maggiore. I modi della scala minore armonica. I modi della scala minore melodica. I modi della scala pentatonica. La scala blues.

PARTE III

  • Bass Lines Cosa sono le linee di basso e loro funzione nel contesto d’insieme.
  • Le bass lines più famose, più ascoltate e apprezzate dagli albori dello strumento ad oggi.
  • Il basso come strumento inscindibile ed essenziale nei generi jazz, blues, funk e rock.
  • Accompagnare in una formazione jazz. Lo Swing, il BeBop, le Ballads.
  • La progressione II – V7 – I del jazz. L’improvvisazione di temi e melodie e l’accompagnamento. Dal basso in walking al portamento in due.
  • Lo stile latin (basso in even eights).
  • Studio delle più celebri melodie del blues e del jazz con brani tratti da metodi Aebersold.

PARTE IV

  • Lo slap. La tecnica dello slap Suonare in tumbing e in plucking.
  • Evoluzione dello stile. Ascolto ed interpretazione delle più importanti bass lines: da L. Graham, a M. Miller, da S. Clarke a V. Wooten, da Flea a L. Claypool, da Mark King a Francis Rocco Prestia.
  • Suonare in slap con l’uso del metronomo.
  • Suonare in slap su grooves di batteria.
  • Esercizi e approfondimento.

PARTE V

  • I bassisti e l’eredità di Jaco Pastorius. La discografia essenziale di Jaco Pastorius (dal 1974 al 1987). Le collaborazioni (dal periodo di Pat Metheny, all’entrata nei Weather Report, al sodalizio con Joni Mitchell). Esplorazione e studio completo del metodo di Jaco Pastorius “Modern Electric Bass”. Esercizi tratti dal metodo.
  • L’importanza per la storia e l’evoluzione del basso elettrico dei dischi solisti di Jaco. L’influenza di Jaco e la sua eredità nelle mani di generazioni di bassisti, oggi.
  • Studio e memorizzazione delle più importanti linee di basso di Jaco, il suo approccio alle melodie, le figure ritmiche e melodiche preferite da Jaco, le armonie creative dei suoi brani più famosi.
  • Considerazioni sul perché Jaco fu davvero il bassista che diede il contributo più innovativo allo strumento.

MATERIALE PREVISTO NEL PROGRAMMA

  • Metodo Bona metodo completo per la divisione (nuovissima edizione).
  • Modern Electric Bass metodo di Jaco Pastorius e Jerry Jemmott.
  • Aebersold, Vol.1 Jazz – come suonare e improvvisare.
  • Aebersold, Vol.2 Nient’altro che blues, jazz & rock.
  • Aebersold, Vol.3 La progressione II-V7-I.
  • Aebersold, Vol.7 Miles Davis , Eight Classic Jazz Originals.
  • Aebersold, Vol.65 Four & More.
Annunci